Wah Wah Bike modello S.U.B. versione 3i: prova su strada.

SUB 3i Cicli Degani 1.JPG

Finalmente abbiamo avuto l’occasione di
provare l’ultima nata in casa COB (Custom Original Bike),

si tratta del modello Wah Wah Bike
versione S.U.B. 3i.

Come dice il nome stesso SUB (Sport
Urban Bike) è una bici sportiva per uso urbano, la geometria è
simile a quella di una MTB con un telaio slopping, in leggero
alluminio Double Butted (doppio spessore), attacco manubrio e curva
riser di evidente origine MTB, resistenti e leggeri cerchi in
alluminio doppia spalla e grossi copertoni Schwalbe Fat Frank
26×2,35” (della ecezionale famiglia Big Apple), che nonostante le
imponenti dimensioni, sono estremamente scorrevoli, sia per il
battistrada a basso profilo, sia per la particolare forma convessa,
che fa si che il copertone aderisca all’asfalto solo nelle parte
centrale; risultato effetto ammortizzante per il grosso volume e
grande scorrevolezza, in quanto hanno una resistenza al rotolamento
pari e copertoni da città di sezione ben più ridotta.

Un po’ dura la prestigiosa sella
inglese, in cuoio, Brooks B17, ma con il passare del tempo, dopo un
uso frequente, ci dicono che la sella prende un forma ergonomica e
pertanto diviene più comoda.

Molto comode, anche se un po’ delicate,
le manopole in pelle cucite a mano (in Italia).

Comoda, per uno uso cittadino, con
sallite non troppo spinte, la trasmissione Shimano Nexus a 3 velocità
integrata nel mozzo, che ha l’enorme vantaggio di poter cambiare da
fermi.

Altrettanto comodi e funzionali i freni
Shimano Roller Brake, integrati nel mozzo anteriore e posteriore, che
hanno l’indubbio vantaggio di funzionare bene con qualsiasi
condizione climatica (pioggia e fango ed esempio).

La forcella, leggermente curva in
avanti, diversamente dal telaio è in acciaio CrMo; in acciaio anche
i comodi parafanghi ed il carter fatti su misura per la Wah Wah Bike
SUB da Bastia.

Il peso si attesta attorno ai 13,5 kg,
non molti per una bici non da competizione.

Infine un altro suo punto di forza è
sicuramente l’originalità di questo modello, a metà strada tra una
city bike ed una MTB, con i pregi dell’una e dell’altra tipologia di
bici.

A voi la prova !